Perriconi & Pignatelli a Milano

La seconda giornata nazionale dedicata al Perricone si è tenuta da Hic Enoteche a Milano il 24 novembre 2016. Condiviso con il tag #perriconeday, ha visto la partecipazione di 5 aziende siciliane e l’attenzione di un pubblico curioso ed appassionato.

La degustazione si è svolta grazie alla collaborazione di Marco Stano, sommelier AIS e titolare di Hic Enoteche, ed all’organizzazione curata da Max Cochetti, fondatore di Enoteche a Milano.

La serata è stata presentata da Michele Mirtini, sommelier e comunicatore del vino diplomato alla WSET School di Londra, che collabora con Enoteche a Milano prevalentemente per quanto riguarda la didattica del vino. Il pubblico, circa 35 persone, era costituito in prevalenza da appassionati, alcuni dei quali molto attivi anche su social network e blog.

Si è parlato della storia del vitigno, del suo adattamento in Sicilia, dei legami genetici con altri vitigni italiani e dei territori di produzione, puntando principalmente a far percepire similitudini e differenze fra i terroir del Pignatello e quelli del Perricone.

Degustazione di Perricone al #perriconeday

La degustazione è stata molto apprezzata sia per la parte didattica che per la parte relativa all’assaggio: tutti i vini erano straordinariamente espressivi e ben riflettevano le caratteristiche dei luoghi di produzione.

Questi, nell’ordine, i vini in assaggio:

  • Porta del Vento: Maquè rosè, Perricone Terre Siciliane IGT 2015;
  • Marco de Bartoli: Rosso di Marco, Pignatello Terre Siciliane IGT 2014;
  • Feudo Montoni: del Core, Perricone Sicilia DOC 2014;
  • Cantine Barbera, Microcosmo, Perricone Sicilia DOC 2013;
  • Porta del Vento: Perricone, Perricone Terre Siciliane IGT 2013;
  • Guccione, P, vino rosso 2012.

Degustazione di Perricone al #perriconeday

Proprio ai luoghi è stata dedicata particolare attenzione, in quanto siamo convinti che i terroir, più che soltanto il vitigno o le sole tecniche di produzione, abbiano influenzato la personalità dei vini che sono stati degustati. Ed effettivamente sono state rilevate non poche somiglianze fra i Perricone prodotti su suoli argillosi nell’area alla destra del Fiume Belice, che presentano una analoga composizione e formazione geologica, mentre era percettibile la differenza con il Pignatello prodotto alla sinistra del Belice.

Le note di degustazione, redatte da Michele Mirtini, sono disponibili a questo link.

Le foto sono di Gloria Chang, che ringraziamo per l’affettuosa partecipazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...